“Ci vediamo a casa” – a Bra con Anna Chiara e Gigi de Palo

BraLibroP

I presidenti del Forum Famiglie Nazionale a Bra per presentare il loro libro Sabato 2 febbraio alle ore 10, presso il Centro Arpino, Anna Chiara Gambini e Gigi De Palo racconteranno “Ci vediamo a casa. La famiglia e altri meravigliosi disastri”.

“La presentazione sarà un momento prezioso per conoscere da vicino i nostri presidenti nazionali e per dialogare con loro sull’esperienza di essere famiglia oggi – spiega Silvio Ribero, presidente del Forum famiglie provinciale di Cuneo -: conciliare la vita di coppia con la presenza di 5 figli ancora in tenera età, il sovrapporsi di mille impegni che il vivere attuale ci impone, in sostanza condividere e riscoprire insieme le difficoltà ma soprattutto le tante piccole  e grandi gioie che solo la famiglia ci può regalare. Ci sarà anche spazio per confrontarci sul ruolo e le condizioni delle famiglie, sulle loro speranze e aspettative che il Forum cercherà di rendere concrete, uno sguardo sulla nostra società dove la famiglia forse oggi fa fatica a collocarsi ma che continua ad esserne linfa vitale e  certezza di futuro. Ci auguriamo di ritrovarci in tanti per dare voce alle famiglie attuali ma soprattutto a quelle che potranno e vorranno nascere”.

L’allegria di un’ammucchiata sul lettone la domenica mattina. L’emozione di ascoltare il respiro di un bimbo che dorme e di annusare il suo odore. Il cuore che batte all’impazzata in attesa del risultato di un altro test di gravidanza. Le risate per una puzzetta. La baraonda intorno al tavolo della colazione e la corsa per non fare tardi a scuola. La quotidianità di una famiglia numerosa è fatta di questi e tanti altri momenti di straordinaria normalità, che Gigi e Anna Chiara sanno raccontare con spontaneità, disincanto, tenerezza e una buona dose di sano umorismo. Dal loro amore sono nati quattro figli (più uno, venuto al mondo proprio mentre questo libro andava in stampa!), e con ciascuno di loro la meraviglia e la sfida di essere genitori si sono rinnovate. Ma anche la stanchezza che mette a dura prova il rapporto di coppia, la fatica di far quadrare i conti alla fine del mese, i dubbi e le ansie per il futuro, le battutine e le frasi fatte della gente che ti incontra per strada con una piccola tribù al seguito. “Ci vediamo a casa” è il ritratto a due voci della vita di una famiglia, senza filtri rosa e senza la pretesa di fornire ricette, perché ricette non ce ne sono, se non l’amore e la voglia di mettersi in gioco ogni giorno.

BraLibro